TO THE WONDERS – Alle porte di Nebida, al cuor di Barbagia

Sardinia is a space age pop masterpiece, 
one of the weirdest exotica island ever created.

Zuccherino – 2018

Sardegna non mia finora siccitosa, ti ho scorta in una grandine di primo maggio,
ed io mai li avrei fotografati e chiesti i nomi di fiori, i rosa tra i muschi,
i porti di carbon mobile, la roccia selvaggia esotica, la meraviglia nuragica.
E allora cosa sei tu, Isola, che per prima mi fai amare la potenza del naturale,
terra di grandi ospiti e di pochi umani, di turisti e misteri, di invadenti vegetali.
Eri una volta convoglio carico di minerali (galena, blenda, calamina),
vi erano battellieri e galanzieri, sfruttati ribelli,
socialisti anarchici pastori briganti donne e longevi.
Si sparse sortilegio anomalo di nuraghi semplici o pentalobati,
spirito di ginestre, di granito e dolore, di aspra scrittura,
di esplosivi e non finito, di maschere e sale, di scheletri e sogni, di flamingo e ciminiere.

Sardegna fuga dal fermo, isola d’isole, terra del vero.

[viaggio d’inizio maggio 2018, per IsReal III edizione. Altre foto qui].

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.